Tracciare gli errori 404 in Google Analytics

Google Analytics offre ottimi strumenti per valutare i risultati di promozione e marketing effettuati verso o dal nostro sito. Ci dice esattamente quali pagine sono state viste, da quante persone e da dove provenivano le visite.

Quello che non ci dice sono le pagine che i nostri potenziali utenti non hanno visto. Queste sono le pagine di errore 404: le pagine non trovate. Qualcuno è arrivato da noi cercando qualcosa e non lo ha trovato (perchè la pagina è stata rimossa, per il link era sbagliato, etc).

analytics

Avere informazioni relative anche alle pagine di errore 404 è quindi utile a conoscere se parte dei nostri sforzi di promozione è stato vanificato da una pagina mancante. E a metterci la pezza.

Per tracciare gli errori 404 è sufficiente aggiungere il codice di tracciamento di Analytics anche sulla pagina di errore che il server invia ogni volta che venga richiesto un file inesistente. Per fare questo la cosa migliore è crearsi una pagina 404 personalizzata. In questo articolo viene spiegato come personalizzare la pagina 404 su Apache e IIS

In questo modo otteremo, nelle statistiche, quante volte è stata visualizzata la pagina di errore.

Ma possiamo migliorare il codice di tracciamento al fine di ottenere da Analytics anche:

  1. quale era la pagina o il documento che l’utente stava cercando
  2. quale era il referral

Per fare questo è sufficiente aggiungere il seguente codice alla pagina:

<script type="text/javascript"><!--mce:0--></script>
<script type="text/javascript"><!--mce:1--></script>

Si noti che la parte che differisce dal codice “classico” è solo
pageTracker._trackPageview("/404.html?page=" + document.location.pathname + document.location.search + "&from=" + document.referrer);

Attraverso questo codice tracceremo su Analytics una pagina virtuale così composta:
404.html?page=[nomedellapaginanontrovata?queryString_dellapaginanontrovata]&from=[URLdel referral]

A questo punto dalla analisi dei nostri dati potremo capire ad esempio:

  • se esistono siti esterni che linkano a nostre pagine che non esistono
  • se gli errori 404 sono invece determinati da link sbagliati all’interno del nostro sito
  • se chi non ha trovato l’informazione esce dal nostro sito oppure cerca altre pagine

In particolare l’ultimo punto potrà essere risolto con una buona pagina 404 che aiuti l’utente a ritrovare la strada. A riguardo consiglio la lettura dell’articolo Creare una perfetta pagina 404 che, tra l’altro, spiega come farlo in WordPress

Termini collegati: , Scrivi il tuo commento all'articolo

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I Campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong> <pre lang="" line="" escaped="">