Thematic, Hybrid, Carrington e gli altri Theme Frameworks per WordPress

L’attenzione sui Theme Frameworks per WordPress sta giustamente crescendo.  Uno di questi, Thematic, impiegato attualmente anche da questo blog è entrato negli ultimi giorni tra i 5 temi per WordPress più scaricati.

Cosa sono i Theme Frameworks? Sono temi che sono sviluppati per essere accresciuti, modificati, abbelliti, arrichiti da “sotto temi” detti Child Themes. Sono quindi un punto di partenza per sviluppare un proprio tema disponendo tuttavia di una buona base da cui iniziare. La soluzione ideale quindi per chi si occupa di sviluppo web.

gallery_thematic_chiltheme

Sviluppare un sotto tema può essere estremamente facile. E’ sufficiente un file CSS che definisca il nostro stile per il tema. Tutto il resto è ereditato dal tema genitore. Per questo motivo è importante che il tema genitore sia graficamente piuttosto semplice: ci eviterà di dovere sovrascrivere troppe direttive di stile.

Accrescendo la familiarità con lo sviluppo dei temi potremo successivamente arricchire il nostro Child Theme con funzioni e personalizzazioni più avanzate. Ma, attraverso i Theme Frameworks, un buon web designer senza competenze di PHP è in grado di iniziare da subito a realizzare il proprio tema per WordPress.

Per chi invece volesse tutto già pronto e fatto esistono già in circolazione diversi Child Themes per i più popolari frameworks che possono essere gratuitamente scaricati da internet. A riguardo segnalo Themelets.com, un portale che raccoglie una collezione di sotto temi.

Risorse

Per chi volesse utilizzare un framework sul proprio blog e addentrarsi nello sviluppo di child themes consiglio di iniziare da questi articoli:

Putroppo non ho ancora trovato molti “colleghi”  in Italia e la documentazione e letteratura in italiano a riguardo scarseggia.

Desidero però segnalare il sito Altamente Decorativo che contiene la documentazione più ampia in italiano relativa a Thematic. In particolare troverete tradotti nella nostra lingua molti degli articoli apparsi sul blog di Ian Stewart, lo sviluppatore di Thematic.

Chi usa un theme framework in Italia?

Per ora pochi. Pochissimi. Ma facilmente l’attenzione puntata verso questo nuovo metodo di sviluppare temi giungerà anche da noi. Mi piacerebbe quindi riuscire a creare una lista di blog italiani che utilizzano questi temi così da potersi scambiare informazioni e consigli.

Se sei giunto fin qua perchè conti di utilizzare Thematic, Hybrid o qualche altro framework per il tuo blog lascia un messaggio!

Termini collegati: , , Scrivi il tuo commento all'articolo

6 Commenti

  1. Pubblicato 4 luglio 2009 alle 10:54 | Link Permanente

    piacere, “collega”! : )

    io fin da quando ho cominciato a lavorare sui temi WordPress ho sentito l’esigenza di partire con una base più solida, che almeno permettesse un riutilizzo di alcune funzioni

    così ho cominciato a realizzare quasi tutti i miei siti partendo da Sandbox, che credo sia stato il primo tema utilizzato come framework

    come scrivi nell’ultimo articolo adoravo questa possibilità di creare un tema intero modificando solo il CSS, ma anche la formattazione semantica sensata e già pronta non era male..

    purtroppo Sandbox è stato abbandonato dal suo creatore, così ho dovuto cercare altre soluzoni per stare al passo con gli ultimi WordPress

    anch’io mi sono dato a sperimentare i vari framework
    all’inizio mi aveva colpito Hybrid

    poi però alla prova dei fatti mi è sembrato troppo complesso, troppo overhead

    non mi piace l’idea di dover imparare una nuova API solo per scrivere un tema, e anche se modificando il CSS puoi fare molto, quasi sempre mi tocca affrontare siti complessi (più CMS che blog) che richiedo la modifica del php

    e così adesso sono passato anch’io a Thematic!

    tu come ti trovi?
    io per il momento piuttosto bene, ma aspetto di avere un sito ben testato prima di esserne sicuro… ciao!

  2. Matteo Stagi
    Pubblicato 4 luglio 2009 alle 13:53 | Link Permanente

    Valentino, collega, che piacere! :-)
    Finalmente qualcuno che risponde e con cui potersi confrontare anche in futuro. Temevo che fossimo solo io e Daniele di Altamente Decorativo ad interessarci ai theme framework.

    Sono d’accordo con te che i framework debbano essere *semplici*. Devono consentire a chiunque di partire a sviluppare un tema con poche, pochissime, basi.

    Dovrebbero però anche consentire interventi più complessi mano a mano che si percorre la “learning curve” e si inizia a padroneggiare lo strumento. Interventi complessi con la minore quantità di codice possibile. Quindi, ad esempio, avere il maggior numero di hooks sulle personalizzazioni del framework.

    E’ qui che forse viene la dolente nota. C’è poca documentazione su tutti questi temi: d’altra parte creare documentazione è piu difficile e lungo che programmare. Ho impiegato meno di 3 ore a realizzare il 3hoursTheme e molte di più a scrivere il tutorial.

    Ma anche Ian Stewart si sta adoperando molto a riguardo ultimamente, con il tutorial che sta terminando in questi giorni.

    Comunque mi trovo bene con Thematic e vorrei avere il tempo di lavorarci di più e approfondirne la conoscenza.

  3. Pubblicato 6 luglio 2009 alle 03:11 | Link Permanente

    piacere mio! : )
    in genere io taglio la testa al toro: modifico direttamente il tema principale, senza usare i child-theme
    così evito di dovermi barcamentare tra gli hooks

    certo, poi non posso più fare aggiornamenti del framework, ma nella pratica non mi è mai capitato di doverlo fare..

  4. Matteo Stagi
    Pubblicato 6 luglio 2009 alle 04:58 | Link Permanente

    Si, ma così perdi buona parte dei vantaggi dei child theme. E’ vero che parti dall’ottima base del Framework ma ti precludi di potere aggiornare Thematic senza dovere ripartire da capo.

  5. Pubblicato 8 settembre 2009 alle 03:38 | Link Permanente

    Ciao! Ti ringrazio per l’articolo, è davvero molto utile ed interessante!
    Ho appena scaricato il tema Thematic, avevo intenzione da tempo di crearmi un tema per wordpress ex-novo ma, conoscendo davvero poco il PHP, mi pareva un lavoro molto ostico. Questa via mi sembra più semplice, conosco il CSS quindi… speriamo bene!

    Grazie ancora e complimenti per il tuo layout!

    Flavia

  6. Matteo Stagi
    Pubblicato 8 settembre 2009 alle 03:56 | Link Permanente

    Grazie a te Flavia. E complimenti per il tuo lavoro di web designer.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I Campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong> <pre lang="" line="" escaped="">